novità

scopri di più

 in evidenza

scopri di più

E-brochure

Scarica la brochure

sfoglia

Roda HOUSE

A Como in un’elegante palazzina affacciata sul lago si trova Roda House, società di intermediazione immobiliare specializzata in immobili di alto profilo, partner competente e preparato in grado di interpretare i desideri degli acquirenti e proporre le migliori soluzioni.
Dal 2009 Roda House si è proposta come il consulente ideale per chi è alla ricerca di una residenza di fascino o che desidera mettere sul mercato un immobile di prestigio.

Lussuosi appartamenti, incantevoli attici, meravigliose ville, storici castelli e straordinari casali costituiscono le dimore uniche, antiche o moderne, proposte da Roda House e raggiungono gli apici dell’eleganza e della bellezza.

Roda House si trova a Como in Lungo Lario Trento 15 a pochi passi dalla rinomata Piazza Cavour affacciata sul lago di Como e sulla sua passeggiata.

La città di Como

Como è una città conosciuta in tutto il mondo per la bellezza del suo territorio unico ed incantevole così come straordinari sono tutti i paesi ed i borghi che popolano le coste del lago sia in direzione Bellagio che Menaggio.
Situata sull’estremità meridionale del ramo occidentale del  lago di Como, in una piccola conca circondata da boscose colline moreniche Como confina direttamente con la Svizzera ed è ubicata a soli 40 km dalla città di Milano.
Il centro storico della città di Como è racchiuso tra le vecchie mura medievali che nascondono angoli deliziosi con caratteristici locali dove poter godere, in straordinaria quiete, delle bellezze della città tra cui il Duomo e i monumenti di pregio ed altri luoghi carichi di storia.
La città offre sia ai suoi cittadini che ai numerosi visitatori sia italiani che stranieri eleganti vie per lo shopping con prestigiose boutique di moda made in Italy.

Como è rinomata in tutto il mondo come “capitale della seta” grazie al settore tessile che per anni ha reso lustro alla città.
Il territorio lariano è caratterizzato da una grande varietà di paesaggi punteggiati da insediamenti abitati che sono testimonianza dell’operosità e della creatività umana sull’ambiente naturale: splendide ville immerse in parchi secolari, episodi architettonici di straordinario valore artistico e religioso, reperti archeologici e antichi insediamenti, fortificazioni e baluardi, tracce di cultura e di storia che si ritrovano in musei dedicati e, grazie a itinerari a tema, portano alla scoperta di famosi scrittori e personaggi illustri, per tutti Alessandro Manzoni e Alessandro Volta, che hanno regalato fama e dignità letteraria a questi luoghi.
In particolare, il territorio della provincia di Como può offrire vari itinerari tematici, soprattutto per quanto riguarda le Ville e giardini, le chiese romaniche e l’architettura razionalista.
Già insediamento fortificato celtico, Como divenne poi castrum con la conquista romana, nel I secolo A.C. , importanti sono, infatti,  le testimonianze di epoca romanica, da Sant’Abbondio a San Fedele e Porta Torre.
Nel 1875, in seguito all’apertura di via Plinio, Piazza Cavour fu collegata alla bella piazza del Duomo, antico centro religioso e civico della città dove sorgono il Duomo del ‘300 completato con la cupola dello Juvara nel ‘700, e il Broletto, antica sede del comune, costruito nel 1215 in stile romanico-gotico e oggetto anch’esso di successive rielaborazioni.

Sulla riva del lago si trova il Mausoleo Voltiano, tempietto di stile neoclassico, eretto nel 1927 per il primo centenario della morte di Alessandro Volta, e, accanto, il Monumento ai Caduti, innalzato nel 1933 su disegno dell’architetto futurista Antonio Sant’Elia, lo Stadio Giuseppe Sinigaglia, e il Novocomum (1927/29), di Giuseppe Terragni, uno dei migliori esempi di architettura razionalista italiana.
Proseguendo lungo la riva si incontrano alcune belle ville patrizie del sette-ottocento, tutte immerse nel verde: Villa Parravicino, Villa Resta Palladici detta “la Rotonda”, sede dell’Amministrazione Provinciale e la Gallia, residenza costruita per Marco Gallio nel 1615. Ultima e più importante, Villa Olmo, cosi detta per un gigantesco olmo superstite dal bosco di Plinio il Giovane, fu costruita sul finire del settecento per volere di Innocenzo Odescalchi su disegno di Simone Cantini e fu rinnovata un secolo dopo conservando la struttura neoclassica. Sulla sponda opposta, la Villa Geno, in stile neoclassico, fu costruita nel 1850 su progetto di Giacomo Tazzini è circondata da una vasto parco pubblico di gusto tipicamente romantico.

Il lago di Como

Classificato nel 2014 il “lago più bello del mondo”  dal quotidiano on line The Huffington Post, è il lago più profondo del territorio italiano e quello con maggior estensione perimetrale, unico per il suo microclima.
Il paesaggio del lago di Como è formato da un perfetto equilibrio tra le modalità costruttive dei paesi tutti con l’antica semplicità dei borghi più umili e le grandi ville storiche.
La ristretta larghezza del bacino del lago di Como rende ben visibili da un punto all’altro delle sponde le prestigiose e numerosissime ville storiche che hanno visto nel corso dei secoli susseguirsi i salotti dell’aristocrazia e gli artisti che spesso vi erano ospitati.
Famosa è anche l’unica isola del lago di Como, l’Isola Comacina, che vanta un glorioso passato medievale quale roccaforte indipendente centro di importanti avvenimenti storici, meta obbligata per chi visita Como e il suo lago. L’isola è delimitata da una baia che si protende verso Lenno, la penisola di Lavedo, che delimita il golfo di Venere e che culmina nella Villa Balbianello, patrimonio del FAI.
Risalendo dalla città lungo la sponda occidentale si raggiunge dapprima il paese di  Cernobbio, ricco di ville monumentali quali Villa d’Este, Villa Erba e Villa Pizzo, successivamente Moltrasio ove hanno soggiornato numerosi artisti come Vincenzo Bellini e Winston Churchill e a seguire Laglio paese ormai noto in tutto il mondo per la residenza di George Clooney.
Più in lato si trovano i paesi di Tremezzo, Cadenabbia e Griante ove visitare ai giardini di Villa Carlotta e la chiesetta di San Martino.
Sull’altra sponda si trova Bellagio località turisticamente più frequentata e  posizionata sulla punta del promontorio che divide i tre rami del Lario. Anche Bellagio è rinomata per le sue ville monumentali, Villa melzi e Villa Serbelloni, sede della fondazione Rockfeller e per la scalinata dei negozi
Scendendo verso Como, si trova l la misteriosa Villa Pliniana di Torno all’interno della quale furono ospitati Napoleone, Alessandro Manzoni, Ugo Foscolo, Stendhal, Byron, Giuseppe Verdi, Vincenzo Bellini e Gioachino Rossini. Leonardo da Vinci studiò la fonte intermittente che sgorga da una roccia, oggi racchiusa nella corte interna dell’edificio. Antonio Fogazzaro vi ambientò il romanzo Malombra, da cui le scene dell’omonimo film di Mario Soldati.
Sul lago di Como è altresì disponibile un servizio di navigazione con straordinarie crociere.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

DOVE SIAMO